Contrazione del palato

La contrazione del palato ovvero il ridotto sviluppo del mascellare superiore è un’evenienza molto comune nei bambini. 
Si riscontra spesso nei bambini che non hanno una corretta respirazione  nasale ovvero che a causa di un’ipertofia tonsillare o adenoidea, una deviazione del setto nasale oppure in presenza di allergie stagionali tendono a stare con la bocca aperta per compensare l’ostruzione nasale. La respirazione orale determina una postura bassa della lingua e un abbassamento della mandibola  al fine di favorire l’ingresso dell’aria, tutto ciò però determinerà un’alterazione della normale crescita facciale.
La lingua infatti poggiandosi sul palato nella normale respirazione nasale favorisce lo sviluppo trasversale del mascellare superiore che viene a mancare nel bambino respiratore orale. 
In questi bambini la manifestazione clinica è la presenza di un’inversione del morso. In presenza di palato stretto in genere tutti i denti dell’arcata superiore si trovano più esterni rispetto a quelli dell’arcata inferiore. Si è visto che questa problematica non si corregge con la crescita ed è quindi necessario intervenire.

Chiusura dei denti quando è presente uno sviluppo armonico dell'arcata superiore tutti i denti dell'arcata superiore chiudono come un coperchio sui denti inferiori
Bambino di 8 anni respiratore orale: si riscontra un ridotto sviluppo del palato per abitudine alla respirazione orale; i denti dell'arcata superiore sono spostati verso l'interno e non riescono a coprire i denti dell'arcata inferiore perchè il palato è scheletricamente stretto

Quando e come intervenire in questi casi ?

In questi casi si consiglia di intervenire quanto più precocemente possibile con l’espansione rapida del palato. Questo tipo di trattamento lo potremmo definire “ortopedico” in quanto tramite un apparecchio fisso (ESPANSORE RAPIDO DEL PALATO) che viene applicato all’arcata superiore  si  stimola gradualmente la separazione delle due ossa palatine, dove è presente una sutura attiva in crescita. Per questo motivo questo apparecchio risulta dare effetti scheletrici fin quando la sutura è “attiva”. Questo è il motivo per il quale prima si effettua il trattamento e maggiori saranno gli effetti scheletrici finali.

Viene applicato sul palato l'ESPANSORE RAPIDO DEL PALATO viene istruito il genitore ad effettuare delle attivazioni giornaliere dell'apparecchio fino al raggiungimento dell'espansione desiderata. Al termine dell'espansione si nota come i denti dell'arcata superiore chiudano come un coperchio sull'arcata inferiore.